Bormio.info

Formaggio Bitto della Valtellina

Il nome del bitto, formaggio tipico della Valtellina e della Valchiavenna a marchio DOP, così come la tecnica di lavorazione, viene fatta risalire alle popolazioni celtiche che vivevano in queste valli, e che con la parola "Bitu" intendevano dire "perenne".
I celti, cacciati dai romani dalla pianura, trovarono infatti tra queste valli alpine il posto in cui stabilirsi e dedicarsi all’attività della pastorizia grazie ai fertili pascoli alpini. Il formaggio "perenne" era così denominato proprio per la sua capacità di resistere a lungo, dovuta al fatto che le forme di formaggio inizialmente dovevano conservarsi mentre i pastori stavano negli alpeggi.

dolce e delicato, che racchiude in sé i profumi dell’alpeggio.
E’ l’ideale da accompagnare ad un pregiato bicchiere di vino rosso D.O.C.G. di Valtellina.

I produttori sono principalmente raggruppati all’interno del Consorzio di Tutela del Valtellina Casera e Bitto con sede a Sondrio e dell’associazione produttori " Valli del Bitto" con sede a Morbegno ( SO ).

Il formaggio Bitto dal 2003 è presidio Slowfood, nato per tentare di salvare un formaggio storico tradizionale a rischio di scomparsa.