Da “La Provincia di Sondrio”: A Bormio rivogliono il Barachin

Riportiamo l’articolo apparso su "La Provincia di Bormio", pagina 25, nel numero di Sabato 6 Dicembre 2008:

Rivogliono il Barachin.
Barachin a BormioA Bormio al via la stagione invernale e sui forum del popolo delle Bormiadi sta tenendo banco un argomento ben preciso: la riapertura o meno del “barachin del Loich”, da qualcuno denominato anche il “barachin di Lorenzo”, una struttura a bordo pista che offriva –  ed è proprio il caso di usare il passato – ristoro agli scialpinisti ed ai discesisti.

Anche durante la passata stagione invernale  il barachin – causa la revoca della licenza – non ha esercitato il servizio e l’assenza si è sentita. A tal punto che quest’anno, prima dell’avvio di stagione, varie squadre delle Bormiadi si sono interrogate, sui propri siti, circa la necessità di consentire ancora l’apertura della struttura, un servizio in più per tutti, tra l’altro sede privilegiata di feste, tappa in occasione delle salite con le pelli di foca ma anche luogo di divertimento estivo soprattutto per i bambini.

“Ci manca qualcosa”, ha scritto qualcuno “è in una posizione magnifica e anche d’ estate è uno degli unici posti che fornisce vari servizi per la comunità” – ha detto qualcun altro – ma c’è anche chi è contro la riapertura facendo appello alla questione burocratica, ovvero al fatto che fosse una struttura dotata di autorizzazione provvisoria. Ma veniamo ad un minimo di cronistoria sul Barachin. La struttura è stata autorizzata il 24 novembre del 2004 per un anno, ovvero l’anno dei Mondiali di sci a Bormio.

Gruppo al Barachin di BormioNel maggio del 2005, ad evento mondiali già concluso, il gestore ha chiesto l’ampliamento della struttura con l’allestimento della cucina e con la predisposizione di un campo da beach volley, tra l’altro l’unico ancor oggi presente (seppur non utilizzabile) nella Magnifica Terra. Di seguito l’autorizzazione è stata rinnovata ma sempre per un tempo determinato. Il 13 settembre 2007 la doccia fredda con la revoca dell’autorizzazione da parte del Comune; da qui la vicenda è finita sui tavoli dei legali.

Nel frattempo, proprio da quest’anno, la stazione di arrivo dell’impianto a servizio dei nuovi campi scuola per bambini realizzati dalla Sib (Società Impianti Bormio) è ubicata proprio a pochi metri dal Barachin: anche per questo i sostenitori della struttura ribadiscono l’importanza del servizio fornito.

Pin It